Una postura corretta non crea tensioni muscolari avvertibili come dolore, rigidità o stanchezza. Al contrario, uno schema scorretto è causa di dolore, modificazioni anatomiche e influisce sullo stato emotivo e fisiologico della persona

Ecco qualche considerazione posturale, affinché possano diventare parte delle tue abitudini giornaliere.

1. Cerca l’allineamento posturale.
Immagina il nostro corpo come un filo teso tra due estremità, possiamo comprendere bene come il capo e i piedi condizionino l’allineamento lungo tutto l’asse.

2. Baricentro e attivazione addome.
Un aspetto fondamentale per l’equilibrio statico e dinamico del corpo è il baricentro, che rappresenta il punto di applicazione di tutte le forze-peso su un corpo.
Nell’individuo eretto il baricentro è identificabile all’altezza dell’ombelico.
Per mantenere un buon equilibrio, il nostro organismo effettua continui assestamenti in rapporto al baricentro ecco perché è indispensabile rafforzare i muscoli del core.

3. Respirare correttamente
Il nostro modo di respirare è tuttavia molto spesso superficiale e interessa prevalentemente la parte superiore del torace, causando tensioni che contraggono i muscoli del collo e delle spalle. Per effettuare invece una respirazione più corretta, dobbiamo imparare a stimolare tutta l’intera gabbia toracica.
Una corretta respirazione diaframmatica porta quindi a un rilassamento delle tensioni muscolari e a una diminuzione dei blocchi articolari.

4. Prendere coscienza del monolateralismo.
Ognuno di noi usa prevalentemente una parte del corpo, la destra o la sinistra, per effettuare la maggior parte dei gesti quotidiani.


Questa scelta presenta numerosi vantaggi (come rapidità e precisione), ma può creare lievi squilibri nel tono muscolare, che talvolta si evidenziano come vere e proprie asimmetrie.


E ricordati di mantenere sempre una corretta e funzionale postura a tutti

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.